07.02.2011

L’ultima notte del Soratte

I Il roseto respira leggero accanto alla finestra degli addii. Ignora, da innocente, il tradimento. È in vendita la casa. Non si trasportano altrove radici. Nemmeno, forse, l‘anima. Nove bocciòli nuovi si preparano rossi, per il nuovo padrone. II Nell‘ultima notte della casa il tronco dell‘abete è puro argento. Eppure non c‘è luna, non c‘è […]