10.04.2020

Mascherina protettiva in jersey

Mascherina protettiva in jersey da fare da soli a casa con una t-shirt, lavabile e riutilizzabile.

09.04.2020

Si rigira, si infila un filtro di carta ed è pronta da indossare

cartamodello per bambini cm.38x cm.19

09.04.2020

Da una t-shirt … una comoda mascherina protettiva

Da una t-shirt che abbiamo in casa possiamo realizzare una pratica mascherina da utilizzare in questo periodo nei luoghi pubblici. E’ pratica perché può esser lavata e riutilizzata.  Serve ritagliare un pezzo di tessuto jersey di misura cm.41x cm.23. Sul retro c’è una tasca dove inserire un filtro in carta da forno che aiuterà a […]

24.03.2020

Cinque rose tee nel vasetto di stagno

” A parte l’aspetto “storico”, tanto per dirla freddamente, è stato un gioco di bizzarria, di dimenticanza del dovere, e di sole. Ho camminato lungo i canali come se avessi marinato la scuola, e sono stata accoccolata in un angolo della sua camera, di fronte al suo letto. Ora ci sono di nuovo cinque rose […]

15.11.2017

Il rosa addosso

Sembrava una moda passeggera, invece il rosa sta diventando un classico. Morbido, seducente nelle sue note cipriate, energico e vitale negli accenti fucsia. Io che indosso solo colori basici come il nero e il blu, amo il rosa in tutte le sue tonalità e ogni giorno non manco di fotografarlo e postarlo nel mio blog. […]

10.09.2014

L’astuccio rosa

“Ricomincia la scuola, e mia figlia ha ricevuto in regalo un astuccio rosa di un personaggio dei telefilm che non le piace più. Ho pensato, già carica di imbarazzo: adesso si mette a piangere perché odia il rosa. l’astuccio però era bellissimo, con tre cerniere,  pieno di pennarelli, matite e penne cancellabili (c’era anche il […]

01.05.2013

Come una rosa nella serra

“L’anima si sente a suo agio quando la ragione non la soffoca dentro il suo guscio ma al contrario la vezzeggia, come una rosa nella serra, l’ammira, la cura premurosamente  e permette ad ogni suo petalo di aprirsi liberamente. E’ quella rara occasione che si è soliti chiamare felicità.” Tratto da :”Il fruscio delle stelle […]

08.04.2013

La Rosa è la bussola che guida il tuo cammino

tratto da: “Il Codice da Vinci” Dan Brown, Mondadori

08.04.2013

Sei vestita con le rose di un aprile tutto in fior

Quando il giorno morira’ Spargendo al cielo di luci dor Nell’alcova dell’amor Due cuori avranno la felicita’ La felicita’ Se m’ama non m’ama Quel fiore dal veio sapro’ Se m’ama non m’ama Quel fiore dal veio sapro’ Leggero Leggero Quel fiore si dispande Ma parve soave e sincero Sin quando nel gioco ridato cosi Morendo […]

31.03.2013

La rosa tea

“Tra la mia macchina da scrivere, un fazzoletto e una spoletta di filo nero, la mia rosa tea sta appassendo. E’ di una bellezza e di una delicatezza quasi insostenibili. Languendo lentamentee con rassegnazione, inizia ad abbandonare questa vita fredda e breve. E’ così fragile, così affascinante e di una tale grazia di fronte alla […]

24.11.2012

Spina di rosa

” Certe persone sostengono che la vita altro non è che una congerie di disgrazie, vale a dire che l ‘ esitenza è una disgrazia. Se la vita è una disgrazia, la morte essendo il suo contrario è una fortuna. Io le considero una genìa di pessimisti. Se il piacere esiste, e se si può goderne […]

02.09.2012

Nuper rosarum flores

Nuper Rosarum Flores, o fiori di rosa, è un mottetto isoritmico composto nel 1436 da Guillaume Dufay, per essere cantato durante la cerimonia per la consacrazione della Cattedrale di Santa Maria del Fiore a Firenze, realizzata dall’architetto Filippo Brunelleschi. Charles Warren, in un articolo[1] del 1973 che ha avuto grande risonanza, ha ritenuto di poter dimostrare che […]

13.08.2012

Amo le rose …

Amo le rose, il fiore della mia vita,che racchiude in se simbologie preziose. Sono passata dal fare le rose ad essere nelle rose. Ne ricerco le immagini, i colori, i profumi. Questo fiore e’ ritornato ad essere per me un motivo continuo di riflessione naturale. Ogni volta che guardo una rosa il mio incanto e’ […]

13.03.2012

Il castello di Malmaison

Il castello di Malmaison fu abitato da Napoleone e Giuseppina durante il Consolato e tra il 1800 e il 1802, insieme al Palais des Tuileries divenne sede del Governo Francese. Qui, nel periodo d’oro, si susseguivano riunioni di lavoro, ricevimenti ufficiali e privati, si davano concerti e si organizzavano balli e giochi campestri a cui prendeva parte […]