Poesia

Rose in cielo D.H. Lawrence

“Chi ti figuri che stia a guardare le cime coperte di neve splendente come rose in cielo, adesso che dall’oscurità  emerge soltanto quel mazzo di fiori supremo? E chi le due ali di quella barca laggiù, tutta sola e addormentata sull’estremo fantasma della neve come su una pietra una falena? Le foglie degli ulivi, leggere come tafani, sono tutte diventate tenebrose, diventate nere. E l’anima mia, in questa oscurità, è di nuovo con te: con te, mia piccola cara, con te, fuori d’Italia. Perchè che cos’è la bellezza, mia cara, se non ne fruisci con me?”

Tratto da: Fiori eterni, su Lawrence e il Lago di Garda, Atti convegno Salò, Piero Nardi,1969