Poesia

Verso il Sud

 

Zenit
Questi rimpianti
Questi giardini infiniti
Ove un tenero grido d‘azzurro il rospo intona e la cerva
Tra il perso silenzio guizza
L‘usignolo macerato d‘amore canta
Sopra il roseto del tuo corpo
Ove le rose colsi
I nostri cuori uniti
Pendono dallo stesso melograno
Ed i fior di granata entro gli schiusi
Nostri sguardi cadendo a mano a mano
Il sentiero hanno tutto ricoperto

Guillaume Apollinaire