Poesia

La rosa bianca

I morti sono

come dei bambini.

La sera devi raccoglierli

in casa.

Devi lavarli

prima di coricarli.

Devi chiuder loro gli occhi,

baciarli sulla fronte.

Devi vegliare

che non cadano

dalla culla di terra gialla.

Lasciate i morti

dormire in pace

accanto alla rosa bianca

della sorgente,

sotto un cielo di foglie

del rigoglioso albero.

I morti sono

come dei bambini

e ognuno di noi

ha i suoi morti.

Tratto da: “Orfeo rinasce nell’amore” di Grigore Vieru, traduzione di Olga Irimciuc, ed.Poetilandia Libri