Poesia

Chiare, fresche e dolci acque

[…]

Da‘ be‘ rami scendea

(dolce ne la memoria)

una pioggia di fior‘ sovra ‘l suo grembo;

et ella si sedea

umile in tanta gloria,

coverta già de l‘amoroso nembo:

qual fior cadea sul lembo,

qual su le trecce bionde,

ch‘oro forbito e perle

eran quel dì a vederle;

qual si posava in terra, e qual su l‘onde;

qual con un vago errore

girando parea dir – Qui regna Amore. –

tratto da: Francesco Petrarca, Canzoniere, a cura di Dino Provenzal, BUR, Milano 1954