Poesia

Sette rose più tardi

Dove è ghiaccio

Dove è ghiaccio, lì è frescura per due.
Per due: così ti feci venire.
Un alito come di fuoco era attorno a te-
Venivi dalla rosa.

Io domandai: com’eri chiamata laggiù?
Tu me lo dicesti, quel nome:
era cosparso d’un chiarore come di cenere-
Dalla rosa, venivi.

Dove è ghiaccio, lì frescura per due:
Io ti diedi il doppio nome.
Sotto, spalancasti ancora il tuo occhio-
Dove è ghiaccio s’apriva ristava alto un bagliore.

Ed ora, dissi, io chiudo il mio:
Prendi questa parola- il mio occhio la declama al tuo!

Prendila, ripetila con me,
ripetila con me lentamente
ripetila con me, tu la devi trattenere
e, il tuo occhio, tenerlo aperto finchè ciò dura!

“Di soglia in soglia” Paul Celan, Einaudi editore, pg.27