Poesia

La rosa del primo dell’anno

Conoscete la rosa-luna
Conoscete la rosa-tempo
L‘una somiglia tanto all‘altra
Quanto nello specchio dello stagno
L‘altra sull‘una si riflette

Conoscete la rosa amara
Fatta di sale e di rifiuto
Quella che fiorisce sul mare
Tra il flusso e il riflusso
Come l‘arco dopo la pioggia

La rosa-sogno e la rosa-anima
In fasci vendute al mercato
La rosa-gioco la rosa-diesis
Quella degli amori proibiti
E la rosa dei passi perduti

Conoscete la rosa-timore
Conoscete la rosa-notte
Entrambe sembrano dipinte
Come al labbro è dipinto il suono
Come all‘albero è appeso il frutto

Tutte le rose che canto
Tutte le rose che ho scelto
Invano le vanto con la mia voce
Davanti alla Rosa che vedo.

Louis Aragon (1897-1982)