Poesia

Il sama

14

IL SAMA

Il sama è pace all’anima dei vivi
e solo lo sa chi ha anima viva.

Colui solo vuol risvegliarsi
che s’è addormito  in mezzo al giardino,

ma chi si è addormentato in una prigione
danno è solo per lui il ridestarsi.

Il sama fallo quando c’è festa di nozze
non in un funerale, luogo atto ai lamenti.

Ma colui che non conosce la sua essenza
colui ai cui sguardi è ascosa questa perlacea luna,

che ci fa uno così con sama e tamburello?
Il sama è fatto per l’unione all’Amato!

Coloro che han sempre il viso volto alla Qibla
per loro il sama è questo mondo e quell’altro,

e quelli poi che danzano nel cerchio del sama
girano rapidi e hanno in mezzo la Ka’ba!

Se vuoi una miniera di zucchero ecco là la troverai;
se ti basta una sola zolletta, gratis t’è data.

*Sama (letteralmente  “ascolto” di musica) è la riunione mistica con canti, suoni e danze  estatiche, in tondo, al suono del flauto praticata nella scuola mistica fondata da Gialal ad-Din.

Tratto da Rumi, “Poesie mistiche” ed. BUR,  p.78