Torte da Offelleria della Meneghina Contrà Cavour, n°18 Vicenza

4 Comments »

  1. Excellent blog! Do you have any tips for aspiring writers?

    I’m hoping to start my own site soon but I’m a little lost on everything.
    Would you recommend starting with a free platform like WordPress or go for a paid option?

    There are so many options out there that I’m completely overwhelmed .. Any recommendations? Bless you!

  2. marianna scrive:

    WordPress is great
    Annamaria

  3. Heya i am for the first time here. I found this board and I find It really useful
    & it helped me out much. I hope to give something back and aid
    others like you aided me.

  4. When someone writes an post he/she retains the thought of a
    user in his/her brain that how a user can understand
    it. Thus that’s why this article is amazing. Thanks!

RSS feed for comments on this post. / TrackBack URI

Lascia un commento

Il più cliccato su Rosesfanées: Commento all’Elogio della Rosa

“Un passo famosissimo dell’Adone è l’Elogio della rosa. Venere , punta a un piede dalle sue spine, si reca a lavarsi la ferita presso una fonte. Nelle  vicinanze scorge l’adolescente pastorello Adone, addormentato sull’erba. Subito ella se ne innamora. Questo passo rivela quante soluzioni potesse un seicentista ricavare virtuosisticamente dalla tecnica della metafora, basti pensare al primo verso “Rosa, riso d’amor, del ciel fattura” dove il poeta con sole undici sillabe riesce a paragonare la rosa ad un sorriso d’amore e ad una creazione celeste. Sono in esso presenti, peraltro, i tratti essenziali della poesia del Marino: le balenanti metafore, un voluttuoso languore e la vena musicale, ora intima e suadente, ora e più spesso risolta in fastose architetture sonore.  L’*ottava 156 si apre con una *paronomasia: «rosa riso» non solo hanno le stesse consonanti, ma differiscono solo per una vocale (hanno in comune la o, ma, come seconda vocale, una parola presenta una a, l’altra una i). Si chiude poi con una *metafora che proietta il proprio senso anche sulle ottave successive: la rosa è la signora («donna») del popolo dei fiori. Infatti subito dopo, nell’ottava successiva, viene presentata come un’«imperatrice» sul trono, circondata da una corte in cui i cortigiani sono rappresentati da una folla di dolci venticelli e le guardie dalle spine (e infatti l’autore parla di «guardie pungenti», al v. 5 dell’ottava 157). Il gioco delle metafore continua con gli accostamenti fra la corona d’oro e gli stami della rosa e il mantello di porpora e i petali (ma il secondo termine del parallelo – e cioè i cortigiani, gli stami e i petali – per lo più non è rammentato: è il lettore che deve immaginarlo). Poi, alla fine dell’ottava 159, viene introdotto un altro accostamento: non più interno all’immagine della rosa = regina, ma esterno a questa immagine, fra la rosa e il sole: la rosa è il sole in terra, il sole è la rosa.”

Commento tratto da: Manuale di letteratura di Luperini, Cataldi, Marchiani, Marchese , G. B. PALUMBO EDITORE

Roses anciennes

Altre voci

visto da: “Altre voci” Libreria, Via Cittadella, Padova ,049 652753

Zara in rosa per il freddino

Zara

Rose rosa su azzurro

abito con rose

Il rosa nella testa

Cappello paglia

Portobello Market , Antiquariato e vintage · Negozio di articoli usati a Noventa,via della Resistenza, 14, 35027   Padova 049/8932292 328/2084619

Le rose sulla borsa

o-bag

o’bag, via Roma 2 Padova

Il rosa di Luis Ramiro Barragán Morfín

Casa Gilardi Luis Barragán

Casa Giraldi, Luis Ramiro Barragán Morfín (Guadalajara, 9 marzo 1902Città del Messico, 22 novembre 1988) è stato un architetto e ingegnere messicano.

Le rose di Nora

Le rose di Nora

foto di Lucia Carotta

La tavola rosa di Marimekko

la tavola di Marimekko

La tavola di casa Marimekko nell’appartamento di via Palermo 8 a Milano, dal 12 al 17 aprile 2016 Fuori Salone

Poltroncina rosa

AAL83 /Hee Welling HAY

visto da: HAY + wrong.london
quando: 12-17 aprile 2016
dove: Fuori Salone Milano, La Pelota, Via Palermo 10, Milano hay.dk  wrong.london

Le pump rosa del sabato sera

pump rosa

Rosa al mare di Miami

IMG_7340

foto di Federica Zavanella

Ibis

IMG_7183

Foto di Maria Raffaella Bertoli

Il rosa di Colefax and Fowler

Colefax and Fowler

Colefax and Fowler ,Via Palermo, 8 20121 Milano – Italia Tel. +39 02 43986438 Fax +39 02 43911071 

Cupcake come rose

Camelia Bakery
Camelia Bakery, Via Palestro, 30, 31100 Treviso TV

Tazze rosa da Camelia Bakery

Camelia Treviso

“CAMELIA BAKERY, un cupcakes bar nel centro di Treviso, in via Palestro. Il concept viene da lontano: da quando nel 1996 la mitica Magnolia Bakery apre il suo primo store a NY e nel 2000 diventa uno dei luoghi preferiti di Carrie Bradshaw di Sex and The City, elevandolo a livello di icona mondiale (15 anni fa, incredibile quanto il mito sia ancora così attuale). Da allora, questo tipo di Bakery, paradiso delle mini tortine glassate, dolce tipico del mondo anglosassone, dei dettagli pastello, di un design country-chic che invoglia il gossip con le amiche, è diventato un must in tutte le città modaiole. Camelia Bakery è tutto questo e anche di più, coniugando la classica offerta di dolci con un menù bio e il classico spritz trevigiano. Treviso ha bisogno di luoghi come questi: alla moda, evocativi, belli alla vista e al gusto, dove si può toccare con mano la passione di chi lo ha creato, facendoci dimenticare quella terribile sensazione di essere solo clienti e coccolandoci, invece, come “amici di passaggio”. Ecco perché dico “finalmente”, con la speranza che Treviso sappia cogliere, sempre di più in maniera furba e professionale, cosa cerca il turismo dei cosiddetti influencer, ovvero quelle persone che, in gergo di marketing, sono in grado di dettare le mode e far diventare Treviso una città turistica di livello. ”

tratto da:http://blog.thereflectionstudios.it/post/132792863624/camelia-bakery-a-treviso-finalmente-%C3%A8-la-parola novembre 2015

Pizzo bianco su fiori rosa

RED VALENTINO
RED VALENTINO,Corso Venezia, 6, 20121 Milano Telefono:02 3675 6030

Rose Dolce e Gabbana

Abito Dolce e Gabbana

Rosa anni 80′

Isabeau